Quando Vendere Un’Obbligazione Prima Della Scadenza

Decidere quando vendere un titolo obbligazionario non è mai una decisione semplice o scontata. Essa dipenderà soprattutto dalle motivazioni per le quali l’investimento è stato fatto.

Quando Vendere Un’Obbligazione Prima Della Scadenza

Se la durata del titolo in questione è troppo lunga rispetto alle esigenze che tale somma andrà a soddisfare e se l’investitore ha avuto un guadagno importante, potrebbe anche decidere di vendere. Se invece l’investimento in obbligazioni è stato fatto seguendo la strategia del “goal framing”, allora sarebbe opportuno non farlo e aspettare ancora un po’.

Quando Vendere Un'Obbligazione Prima Della Scadenza

Tuttavia, gli investitori obbligazionari seguono generalmente una strategia buy and hold (acquista e tieni), ma possono trovarsi in circostanze che li potrebbero costringere a vendere un’obbligazione prima della scadenza. Per i seguenti motivi.

Quando Vendere Un’Obbligazione Prima Della Scadenza – Necessità di capitale

Anche se la consueta strategia buy and hold degli obbligazionisti viene generalmente usata nel lungo termine, è anche vero che non sempre la vita procede esattamente come avevamo previsto. E nel momento in cui si vende un’obbligazione prima della sua naturale scadenza, il ricavo potrà essere inferiore o superiore rispetto al prezzo d’acquisto.

Se i tassi d’interesse sono saliti da quando l’obbligazione è stata acquistata, il suo valore sarà diminuito. Se i tassi sono scesi, il valore dell’obbligazione sarà aumentato (leggi anche Come Scegliere Un’Obbligazione).

Quando Vendere Un’Obbligazione Prima Della Scadenza – Realizzare una plusvalenza

Se i tassi d’interesse sono scesi e nel frattempo l’obbligazione si è rivalutata, l’investitore può decidere che sia più conveniente venderla prima della scadenza ed accettare un guadagno immediato piuttosto che continuare ad accumulare gli interessi. Tuttavia, questa è una decisione da prendere con calma, in quanto i proventi della transazione potrebbero dover essere investiti a tassi d’interesse più bassi.

Quando Vendere Un’Obbligazione Prima Della Scadenza – Realizzare una perdita per ragioni fiscali

Decidere di vendere un investimento in perdita è la solita e scontata “strategia” usata dagli obbligazionisti per compensare l’impatto fiscale dei guadagni derivanti da un altro investimento. Colui che investe in obbligazioni potrebbe voler raggiungere un obiettivo fiscale senza dover necessariamente cambiare il profilo di base del proprio portafoglio; lo swap o scambio di bond può essere una strategia per raggiungere tale obiettivo (leggi anche I 6 Più Grandi Rischi Delle Obbligazioni).

+

Per avere maggiori informazioni a riguardo, vi consiglio di rivolgervi al vostro consulente finanziario o commercialista per sapere in che modo i vostri obiettivi fiscali possono influire sulle vostre decisioni di vendita dell’investimento.

Quando Vendere Un’Obbligazione Prima Della Scadenza – Obiettivo di rendimento già raggiunto 

Alcuni investitori investono in obbligazioni con l’obiettivo di ottenere un rendimento complessivo, oppure una rivalutazione o crescita del capitale. Per il raggiungimento di una rivalutazione del capitale è necessario però che l’investitore venda un investimento ad un prezzo superiore a quello di acquisto, ovviamente quando il mercato ne presenterà l’opportunità.

Condividi suShare on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Trading online? Allenati senza rischiare con un Conto Demo
plus500
etoro
markets
iq option
bdswiss
24option
fxtm
avatrade

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *