Le Migliori 10 Città Asiatiche Per Gli Investimenti Immobiliari

A differenza di altri, i mercati emergenti sono diventati in questi anni “terreno fertile” per gli investimenti immobiliari, soprattutto in Asia.

Le Migliori 10 Città Asiatiche Per Gli Investimenti Immobiliari

Grazie all’aumento della popolazione e ad un migliore tenore di vita che ha portato ad un sostanziale aumento della ricchezza pro-capite, i paesi asiatici si sono focalizzati sulla fornitura di alloggi, infrastrutture ed edifici commerciali necessari per i milioni di nuovi cittadini che accorrono ogni anno in città dalle campagne.

Il boom è stato così imponente, che i governi di diversi paesi asiatici hanno dovuto adottare delle misure straordinarie per “raffreddare” i loro mercati immobiliari. Ma dopo la crisi finanziaria asiatica del 97-98, i politici del continente ricordano ancora il ruolo e l’importanza che il settore immobiliare ha giocato per trascinare in alto le economie dei loro paesi.

Soprattutto la Cina sta vacillando sempre più sull’orlo di una bolla immobiliare, grazie alla sua politica monetaria (mantenere basso lo yuan per favorire le esportazioni) che punta deciso verso il capitale di investimento immobiliare, ma anche perché la sua crescente classe media desidera avere un pezzo della torta.

+

Le Migliori 10 Città Asiatiche Per Gli Investimenti Immobiliari

Secondo un sondaggio condotto dal The Urban Land Institute’s (ULI), un’organizzazione non profit per la ricerca e l’istruzione, le città asiatiche con le migliori prospettive di investimento immobiliare sono:

Le Migliori 10 Città Asiatiche Per Gli Investimenti Immobiliari – Singapore (Singapore)

Disponibilità limitata di terre ad uso residenziale e un mercato immobiliare sofisticato, hanno permesso a Singapore di superare meglio di altri la tempesta finanziaria che si è abbattuta in Asia alla fine degli anni ’90. La crescita del PIL è stata alquanto irregolare, ma dovrebbe rimanere abbastanza tranquilla per i prossimi anni. Gli investitori apprezzano anche la stabilità del governo di Singapore.

Le Migliori 10 Città Asiatiche Per Gli Investimenti Immobiliari – Shanghai (Cina)

La Cina detiene la fetta più grande del mercato immobiliare asiatico. La domanda è stata elevata in questi anni, soprattutto a Shanghai. Tuttavia, il governo centrale ha in mente di frenare la rapida crescita prima che si verifichino bolle immobiliari come quella avvenuta negli Stati Uniti nel 1999-2000. Questo intervento governativo, probabilmente, farà ridurre anche la disponibilità di credito per i mutui.

Un sondaggio condotto dall’organizzazione non profit ULI, suggerisce che gli investitori guardano con interesse agli immobili residenziali di Shanghai sia per possibili “vendite” (37,3% degli intervistati), ma con raccomandazioni di “acquistare” (al 33,33%).

Le Migliori 10 Città Asiatiche Per Gli Investimenti Immobiliari – Hong Kong (Cina)

Anche se si tratta di una piccola isola, la domanda immobiliare ad Hong Kong è rimasta alta nonostante la crisi finanziaria. Tuttavia, a dispetto delle previsioni, nell’area non vi sono ancora stati nuovi sviluppi socio-politici: questo fa sì che solo il 20% degli investitori consiglia di “comprare” in questa zona, rispetto al 35,7% che suggerisce di “vendere”. Ad ogni modo, si tratta pur sempre della città più visitata al mondo dai turisti.

Le Migliori 10 Città Asiatiche Per Gli Investimenti Immobiliari – Pechino (Cina)

Come ho detto prima, il governo cinese sta cercando di raffreddare i prezzi degli immobili limitando la loro vendita agli investitori stranieri, invece di concentrarsi su coloro che vogliono vivere lì. Pechino è stata da sempre un punto focale del mercato immobiliare asiatico: questo perché non solo è la capitale della Cina, ma anche perché il volume delle transazioni immobiliari è stato il più alto di sempre nel 2010.

Le Migliori 10 Città Asiatiche Per Gli Investimenti Immobiliari – Guangzhou (Cina)

La città di Guangzhou gode di molta attenzione da parte degli investitori perché è vicinissima all’isola di Hong Kong. Per anni il governo cinese ha limitato il numero di persone ammesse ad entrare ad Hong Kong, così da arginare la marea di gente che desiderava trasferirsi sull’isola. L’economia della città ha avuto una crescita a due cifre negli ultimi anni, ma gran parte della crescita immobiliare dovrebbe essere concentrata nel settore della vendita al dettaglio.

Le Migliori 10 Città Asiatiche Per Gli Investimenti Immobiliari – Ho Chi Minh City (Vietnam)

Gli investitori internazionali chiamano il Vietnam “la prossima Cina”, anche per la sua continua ricerca di manodopera a basso costo. Negli ultimi anni il costo del lavoro in Cina è aumentato rispetto a quello del Vietnam e gli investimenti diretti esteri sono saliti alle stelle da $ 2,4 miliardi nel 2006 a $ 7,6 miliardi nel 2009. Le esportazioni costituiscono il 68,3% del PIL del Vietnam nel 2009 rispetto al 50% di dieci anni prima. Il paese ha investito pesantemente in infrastrutture, al fine di sostenere efficacemente la crescita della popolazione. Gli intervistati hanno dato alla capitale Ho Chi Minh City un rating “buy” del 47,2%.

Le Migliori 10 Città Asiatiche Per Gli Investimenti Immobiliari – Tokyo (Giappone)

Anche se Tokyo può essere considerata la città più moderna ed avanzata fra quelle presenti in questo elenco, bisogna considerare che il Giappone ha un’economia perennemente in difficoltà! La crescita del PIL nipponico è diminuito costantemente negli ultimi anni, rispetto al suo periodo di massimo splendore (1980) e il settore immobiliare è stato uno dei problemi economici del paese.

I bassi tassi di interesse che furono pensati per stimolare la crescita economica, fanno sì che la città di Tokyo sia “gonfia” di capitale ma con una domanda che non è così alta come potrebbero aspettarsi gli investitori, anche a causa del rapido invecchiamento della popolazione. Tuttavia, quasi la metà di chi ha risposto al sondaggio, ha suggerito di investire nel settore immobiliare di Tokyo. Almeno per il momento.

Le Migliori 10 Città Asiatiche Per Gli Investimenti Immobiliari – Taipei (Taiwan)

Solo lo stretto di Taiwan separa Taipei dalla seconda più grande economia del mondo, la Cina. Come il Giappone, anche la popolazione taiwanese sta invecchiando a causa dei bassi tassi di natalità: un segno eloquente, se si considera che i prezzi immobiliari richiedono più domanda che offerta per continuare a crescere. Una pressione supplementare al settore è stata portata da uno spostamento dal centro di Taipei alla periferia, un fattore importante nella raccomandazione “hold” degli investitori al 65,3%.

Le Migliori 10 Città Asiatiche Per Gli Investimenti Immobiliari – Giacarta (Indonesia)

L’Indonesia è uscita quasi indenne dalla crisi finanziaria asiatica del 1998, ma la crescita del PIL è ancora inferiore a quello di Cina e Vietnam. Le esportazioni sono diminuite in percentuale del PIL per la maggior parte del decennio precedente, ma un clima economico più sano ha portato ad una rapida propensione verso gli investimenti diretti esteri (hanno raggiunto i 4,8 miliardi di dollari nel 2009). Gli intervistati hanno dato alla capitale Giacarta un rating “buy” al 40,4%.

Le Migliori 10 Città Asiatiche Per Gli Investimenti Immobiliari – Kuala Lumpur (Malesia)

A differenza di altri paesi della regione, la Malesia è stata colpita in modo particolarmente duro dalla crisi finanziaria asiatica. Ma da allora ha recuperato in fretta. Il PIL è aumentato di molto, da $79 miliardi nel 1999 ai quasi $200 miliardi attuali. Lo svantaggio principale per gli investimenti è il ruolo estremo che le esportazioni rivestono per l’economia: il 96% del PIL nel 2009! Mentre il tasso di disoccupazione è abbastanza basso (3,2% nel 2010), gli investitori sono ancora abbastanza fiduciosi sulle prospettive future, con oltre la metà degli intervistati che danno alla capitale della Malesia Kuala Lumpur un rating “hold”.

Conclusioni

A coloro a cui piacciono gli investimenti immobiliari dovrebbero tenere basse le loro aspettative quando si tratta di aumento del prezzo e di rendimento degli investimenti in queste città. I governi hanno tutto l’interesse a mantenere il mercato immobiliare tranquillo, così da scongiurare un’eventuale inflazione o lo scoppio di una bolla degli immobili.

Anche con una forte domanda in paesi come la Cina, alcuni mercati asiatici stanno diventando sempre più maturi e hanno meno probabilità di essere soggetti a forti oscillazioni dei prezzi. I giorni dei tassi a due cifre potrebbero essere finiti ma, rispetto ai mercati immobiliari occidentali, gli investitori possono ancora scommettere sull’Asia per la compravendita di immobili (leggi anche Conviene Ancora Investire in Immobili?).

Condividi suShare on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Vuoi fare soldi col Trading online? Allenati senza rischiare con un Conto Demo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *