Classifica dei Paesi Con le Maggiori Riserve Auree

L’oro è il prodotto più seguito e più commercializzato a livello mondiale, secondo un rapporto della rivista Futures (leggi anche 2 Strategie Per Investire in Oro). Per le imprese, l’oro rappresenta un bene primario che viene utilizzato oggi non solo per la fabbricazione di gioielli, ma anche in medicina e nel campo dell’elettronica. Per molti investitori, sia istituzionali che al dettaglio, l’oro è una copertura contro l’inflazione o la recessione (leggi anche I Migliori Modi per Comprare Oro).

Classifica dei Paesi Con le Maggiori Riserve Auree

L’oro è servito come mezzo di scambio, a vari livelli, per migliaia di anni. Per gran parte del 17° e 20° secolo, la valuta emessa dai governi nazionali era denominata in termini di oro e fungeva da rivendicazione legale per l’oro fisico. Senza contare che il commercio internazionale è stato condotto per anni usando l’oro come moneta di scambio. Per questo motivo, i paesi dovevano mantenere un deposito di oro per ragioni sia economiche che politiche.

I governi detengono ancora enormi quantità di lingotti, misurate in termini di tonnellate, come un sistema di sicurezza contro l’iperinflazione o altre calamità economiche. Ogni anno i governi aumentano le loro riserve auree di centinaia di tonnellate.

Ad oggi, sono gli Stati Uniti a detenere le più grandi riserve auree del mondo, con un considerevole margine rispetto agli altri paesi. In effetti, il governo degli Stati Uniti detiene riserve superiori ai tre maggiori paesi considerati (Germania, Italia e Francia) messi insieme. La Russia completa la classifica dei primi cinque. Si dice inoltre che il Fondo Monetario Internazionale (FMI) abbia più riserve auree dell’Italia, ma inferiori a quelle della Germania.

Classifica dei Paesi Con le Maggiori Riserve Auree

Vediamo ora i cinque paesi con le maggiori riserve auree al mondo.

Classifica dei Paesi Con le Maggiori Riserve Auree – 1° Stati Uniti (8.133,5 tonnellate)

Durante il sistema di scambi internazionali di Bretton Woods, quando gli Stati Uniti si offrirono di “ospitare” l’oro di altri paesi in cambio di dollari, fu riportato che tra il 90% e il 95% delle riserve d’oro del mondo intero giaceva nei caveau americani. Decenni dopo, gli Stati Uniti hanno ulteriormente aumentato le loro riserve; l’oro costituisce infatti oltre il 75% delle sue riserve estere.

Classifica dei Paesi Con le Maggiori Riserve Auree – 2° Germania (3.371 tonnellate)

La Germania mantiene solo circa un terzo delle sue riserve auree nel paese. Quasi la metà è detenuta presso la filiale della Federal Reserve degli Stati Uniti a New York, mentre un altro 20% è detenuto a Londra o a Parigi.

Classifica dei Paesi Con le Maggiori Riserve Auree – 3° Italia (2.451,8 tonnellate)

La crisi dell’Eurozona ha portato il governo italiano a vendere alcune delle sue riserve auree per raccogliere fondi necessari alla crescita e allo sviluppo del paese.

Classifica dei Paesi Con le Maggiori Riserve Auree – 4° Francia (2.436 tonnellate)

L’ex presidente della Francia Charles de Gaulle fu in parte responsabile del crollo del sistema di Bretton Woods quando iniziò a scambiare dollari in oro per le riserve di Fort Knox. L’allora presidente Richard Nixon, che sapeva che il tasso fisso di $ 35 per oncia d’oro era troppo basso, alla fine fu costretto a togliere gli Stati Uniti dall’accordo, ponendo fine alla convertibilità automatica del dollaro americano in oro.

Classifica dei Paesi Con le Maggiori Riserve Auree – 5° Russia (1.909,8 tonnellate)

La Russia ha superato la Cina come il quinto detentore del metallo giallo nel 2018. Il governo ha principalmente venduto titoli del Tesoro statunitensi per acquistare i lingotti.

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Vuoi conoscere e seguire valide strategie di Trading? Ecco IL CORSO giusto da seguire!
... Dopo il Corso, allenati senza rischiare con un Conto Demo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *