Classifica Economie Più Forti Al Mondo

Le diverse fasi dei cicli economici hanno contribuito alla decadenza ma anche allo sviluppo delle economie in tutto il mondo.

Classifica Economie Più Forti Al Mondo

Tuttavia, è interessante notare come queste grandi economie non si muovano facilmente dalle posizioni che detengono. Rispetto alle 10 principali economie al mondo nel 1980, ben sette sono ancora presenti nell’elenco delle migliori. Oltre ai giocatori chiave che rimangono quasi sempre gli stessi, l’analisi rivela che queste economie sono il motore della crescita globale e quelle che detengono la maggior parte della ricchezza.

Classifica Economie Più Forti Al Mondo

Il PIL nominale delle prime 10 economie ammonta a circa il 67% dell’economia mondiale, mentre le prime 20 economie contribuiscono quasi all’81%. I restanti 172 paesi insieme costituiscono meno di un quinto del’economia mondiale.

La seguente classifica delle economie più forti al mondo è basata sui dati rilasciati ad Aprile 2018 dal IMF’s World Economic Outlook Database ed è basato su determinati parametri, quali:

  • PIL nominale = prodotto interno lordo (prezzi correnti, dollari USA).
  • PIL basato su PPP = prodotto interno lordo basato sulla valutazione della parità di potere d’acquisto (PPA) del PIL nazionale.
  • Prodotto interno lordo pro capite (prezzi correnti, dollari USA).

Classifica Economie Più Forti Al Mondo: Stati Uniti

  • PIL Nominale: $ 19,39 trilioni
  • PIL (PPP): $ 19,39 trilioni

Gli Stati Uniti hanno mantenuto la loro posizione di più grande economia del mondo dal 1871. La dimensione dell’economia statunitense è stata di $ 19,39 trilioni nel 2017 in termini nominali e si prevede che raggiungerà i $ 20,41 trilioni nel 2018. Gli Stati Uniti sono spesso conosciuti come una superpotenza economica e questo perché l’economia costituisce quasi un quarto dell’economia globale, ed è supportata da infrastrutture avanzate, tecnologia e abbondanza di risorse naturali.

Quando le economie vengono valutate in termini di parità di potere d’acquisto, gli Stati Uniti perdono il loro primo posto a favore del suo diretto concorrente cinese. Nel 2017 l’economia degli Stati Uniti, in termini di PIL (PPP), è stata di $ 19,39 trilioni mentre l’economia cinese è stata misurata in $ 23,16 trilioni. Si prevede che il divario tra le dimensioni delle due economie in termini di PIL nominale diminuirà entro il 2023; l’economia degli Stati Uniti è destinata a crescere fino a 24,53 trilioni di dollari entro il 2023, seguita da vicino dalla Cina a 21,57 trilioni di dollari.

Classifica Economie Più Forti Al Mondo: Cina

  • PIL Nominale: $ 12,01 trilioni
  • PIL (PPP): $ 23,16 trilioni

Negli ultimi decenni la Cina ha registrato una crescita esponenziale, superando le barriere di un’economia chiusa e pianificata centralmente, per evolvere in un centro di produzione ed esportazione a livello mondiale. La Cina è spesso indicata come la “fabbrica del mondo” data la sua enorme base di produzione e esportazione.

+

Tuttavia, nel corso degli anni, il ruolo dei servizi è gradualmente aumentato come contributo al PIL, mentre quello della produzione è diminuito relativamente. Nel 1980, la Cina era la settima economia mondiale con un PIL di $ 305,35 miliardi, mentre la dimensione degli Stati Uniti era di $ 2,86 trilioni. Da quando ha avviato le riforme del mercato nel 1978, il gigante asiatico ha visto una crescita economica media del 10% all’anno. Negli ultimi anni, il ritmo di crescita è rallentato, sebbene rimanga elevato rispetto alle nazioni presenti in questa lista.

Per la prima volta dal 2010, la Banca Mondiale ha registrato uno slancio nella crescita economica della Cina nel 2017, trainato principalmente da un rimbalzo ciclico del commercio globale. Essa prevede una crescita del 6,6% nel 2018, che si ridurrebbe del 5,5% circa nel 2023. Nel corso degli anni, la differenza nelle dimensioni dell’economia cinese e statunitense si è ridotta rapidamente. Nel 2017, il PIL cinese in termini nominali si è attestato a $ 12,01 trilioni, inferiore a $ 7,37 trilioni di dollari degli USA.

Nel 2018, il divario dovrebbe ridursi a $ 6,32 trilioni e nel 2023 la differenza sarebbe di $ 2,9 trilioni. In termini di PIL PPP, la Cina è la più grande economia con un PIL (PPP) di $ 23,15 trilioni. Entro il 2023, il PIL cinese (PPP) sarebbe di $ 37,06 trilioni. L’enorme popolazione cinese abbassa il suo PIL pro capite a $ 8.643,11 (settantaduesima posizione al mondo).

Classifica Economie Più Forti Al Mondo: Giappone

  • PIL nominale: $ 4,87 trilioni
  • PIL (PPP): $ 5,42 trilioni

Il Giappone è la terza più grande economia al mondo con un PIL di $ 4,87 trilioni nel 2017. L’economia dovrebbe superare i $ 5 trilioni nel 2018. La crisi finanziaria del 2008 ha scosso l’economia giapponese, che da allora ha vissuto momenti di grande difficoltà. La crisi globale ha infatti innescato la recessione seguita dalla debole domanda interna e dall’enorme debito pubblico. Quando l’economia stava iniziando a riprendersi, ha subito un forte “terremoto” che ha colpito il paese socialmente ed economicamente. Mentre l’economia ha rotto la spirale deflazionistica, la crescita economica rimane stagnante.

La sua economia avrà sicuramente un certo beneficio dalle prossime Olimpiadi del 2020, che mantengono forte il flusso di investimenti sostenuto da una tranquilla politica monetaria da parte della Banca del Giappone. Il PIL nominale giapponese è di $ 4,87 trilioni, che dovrebbe salire a $ 5,16 trilioni nel 2018. Il Giappone scivola invece al quarto posto quando il PIL è misurato in termini di PPA; Il PIL (PPP) è stato di $ 5,42 trilioni nel 2017, mentre il suo PIL pro capite è stato di $ 38.439,52 (25° posto).

Classifica Economie Più Forti al Mondo: Germania

  • PIL nominale: $ 3,68 trilioni
  • PIL (PPP): $ 4,17 trilioni

La Germania non è solo la più grande economia europea, ma anche la più forte. A livello globale, è la quarta economia in termini di PIL nominale con un valore di $ 3,68 trilioni di PIL. La dimensione del suo Prodotto Interno Lordo in termini di parità di potere d’acquisto è di $ 4,17 trilioni, mentre il suo PIL pro capite è di $ 44.549,69 (17° posto). La Germania è stata la terza più grande economia in termini di PIL nominale nel 1980 ($ 850,47 miliardi).

La nazione è molto dipendente dalle esportazioni di beni capitali, che hanno però subito gli effetti della crisi post-finanziaria del 2008. L’economia è cresciuta dell’1,9% e del 2,5% rispettivamente nel 2016 e nel 2017. Tuttavia, il FMI ha rivisto al ribasso la crescita al 2,2% e al 2,1% rispettivamente nel 2019 e nel 2020, data la minaccia di un aumento del protezionismo e della Brexit (leggi anche Hard Brexit: Possibili Effetti). Per rivedere la sua forza manifatturiera nell’attuale scenario globale, la Germania ha lanciato Industrie 4.0,  la sua iniziativa strategica per stabilire il paese come mercato principale e fornitore di soluzioni di produzione avanzate.

Classifiche Economie Più Forti Al Mondo: Regno Unito

  • PIL nominale: $ 2,62 trilioni
  • PIL (PPP): $ 2,92 trilioni

Il Regno Unito, con 2,62 miliardi di dollari di PIL, è la quinta economia del mondo. Se confrontato in termini di PPP, il Regno Unito scivola al nono posto con un PIL (PPP) di $ 2,91 miliardi. Si colloca invece al 23° posto in termini di PIL pro capite che è di $ 39.734,59. Il suo PIL nominale è stimato a $ 2,9 miliardi nel corso del 2018, ma la sua posizione dovrebbe scendere al settimo posto entro il 2023 con un PIL di $ 3,47 trilioni.

Dal 1992 al 2008, l’economia del Regno Unito ha assistito ad un trend rialzista in ciascun trimestre. Tuttavia, ha subito un calo della sua produzione per cinque trimestri consecutivi a partire da aprile 2008. L’economia si è ridotta del 6% durante questi cinque trimestri (tra il primo trimestre del 2008 e il secondo trimestre del 2009) e alla fine ha richiesto cinque anni per ricominciare a i livelli pre-recessione, secondo i dati dell’Ufficio delle statistiche nazionali.

L’economia del Regno Unito è trainata principalmente dal settore dei servizi che contribuisce con oltre il 75% del PIL, seguito dall’agricoltura. Sebbene quest’ultimo settore non contribuisca in maniera significativa al suo PIL, il 60% del fabbisogno alimentare del Regno Unito viene prodotto a livello nazionale, anche se meno del 2% della sua forza lavoro è impiegata nel settore.

Classifica Economie Più Forti Al Mondo

Classifica Economie Più Forti al Mondo: India

  • PIL nominale: $ 2,61 trilioni
  • PIL (PPP): $ 9,45 trilioni

L’India è l’economia con la più rapida crescita nel mondo e la sesta più grande con un PIL nominale di $ 2,61 trilioni. Il paese asiatico è ormai pronto a diventare la quinta economia più grande sorpassando il Regno Unito entro il 2019, secondo la proiezione del FMI. Il paese è al terzo posto quando il PIL viene confrontato in termini di parità di potere d’acquisto, a $ 9,45 miliardi.

Quando si tratta di calcolare il PIL pro capite, l’alta popolazione indiana trascina il suo PIL pro capite nominale a $ 1.982. Una crescita davvero esponenziale se consideriamo che il Prodotto Interno Lordo indiano era solo a 189,438 miliardi di dollari nel 1980, classificandosi al 13 ° posto nella classifica mondiale. Si prevede che il tasso di crescita dell’India aumenti dal 6,7% nel 2017 al 7,3% nel 2018 e al 7,5% nel 2019, in quanto le diminuzioni dell’iniziativa di cambio e l’introduzione della tassa sui beni e servizi si attenueranno, sempre secondo il Fondo Monetario Internazionale.

Da ex colonia britannica ad economia prevalentemente agricola, nel corso degli anni il settore manifatturiero e dei servizi è emerso con forza attestandosi come i più importanti. Oggi, il settore dei servizi è il settore in più rapida crescita al mondo, contribuendo per oltre il 60% alla sua economia e rappresentando il 28% dell’occupazione.

Il settore manifatturiero rimane uno dei suoi settori cruciali e riceve la dovuta spinta tramite iniziative governative come “Make in India”. Sebbene il contributo del suo settore agricolo sia sceso a circa il 17%, è ancora più alto rispetto alle nazioni occidentali. La forza dell’economia risiede in una limitata dipendenza dalle esportazioni, alti tassi di risparmio, dati demografici favorevoli e una classe media in aumento.

Classifica Economie Più Forti al Mondo: Francia

  • PIL nominale: $ 2,58 trilioni
  • PIL (PPP): $ 2,83 trilioni

La Francia è il paese più visitato al mondo, è la terza più grande economia europea ed è la settima più grande al mondo con un PIL nominale di $ 2,58 trilioni. Il suo PIL in termini di parità di potere d’acquisto è di circa $ 2,83 trilioni. Il paese offre un alto standard di vita alla sua popolazione, come si evince dal suo PIL pro capite di $ 44.549. Negli ultimi anni, la crescita economica ha rallentato con conseguente disoccupazione che ha posto un’immensa pressione sul governo per riavviare l’economia. La Banca Mondiale ha registrato tassi di disoccupazione al 10% nel 2014, 2015 e 2016. Nel corso del 2017, è sceso al 9,681%.

Oltre al turismo (che rimane molto importante per la sua economia), la Francia è un grande produttore agricolo: il settore rappresenta circa un terzo di tutti i terreni agricoli all’interno dell’Unione Europea. Ma il paese è anche il sesto più grande produttore agricolo del mondo e il secondo più grande esportatore agricolo, dopo gli Stati Uniti. Il settore manifatturiero è dominato principalmente dall’industria chimica, dall’industria automobilistica e dall’industria degli armamenti. L’economia è cresciuta del 2,3% nel 2017 e si prevede che cresca all’1,8% e all’1,7% durante il 2018 e il 2019 secondo l’FMI.

Classifica Economie Più Forti al Mondo: Brasile

  • PIL nominale: $ 2,05 trilioni
  • PIL (PPP): $ 3,24 trilioni

Il Brasile è la nazione più grande e più popolata dell’America Latina. Con un PIL nominale di $ 2,05 trilioni, il Brasile è l’ottava più grande economia del mondo. La nazione ha subito molteplici battute d’arresto con la fine del “superciclo” delle materie prime, oltre ai problemi interni di corruzione e incertezza politica che hanno attenuato gli investimenti e il contesto imprenditoriale.

Nel periodo 2006-2010, la nazione è cresciuta in media del 4,5%, attestandosi a circa il 2,8% attorno al periodo 2011-2013. Entro il 2014, la crescita è stata appena dello 0,1%. Nel 2016, il Brasile si è contratto del 3,5% prima di rimbalzare dell’1% nel 2017. L’FMI proietta l’economia in una crescita economica del 2,5% entro il 2019. Il Brasile fa parte dei paesi BRICS insieme a Russia, India, Cina e Sudafrica. Il paese ha un PIL (PPP) di $ 3,24 trilioni e un PIL pro capite di $ 9.681.

Classifica Economie Più Forti al Mondo: Italia

  • PIL nominale: $ 1,93 trilioni
  • PIL (PPP): $ 2,31 trilioni

Con un PIL nominale di $ 1,93 trilioni, l’Italia è la nona economia mondiale. Si prevede che la sua economia si espanderà a $ 2,5 trilioni entro il 2023. In termini di PIL (PPA), la sua economia ha un valore di $ 2,31 trilioni e un PIL pro capite di $ 31.984. L’Italia, membro di spicco dell’Eurozona, ha dovuto affrontare un profondo caos politico ed economico. Il suo tasso di disoccupazione continua a essere a due cifre, mentre il suo debito pubblico rimane preoccupante, a circa il 132% del PIL. Un fattore positivo è rappresentato dalle esportazioni e dagli investimenti delle imprese, che stanno guidando la ripresa economica. L’economia ha segnato rispettivamente lo 0,9% e l’1,5% nel 2016 e nel 2017. Si prevede che arriverà all’1,2% nel 2018 e all’1,0% nel 2019.

Classifica Economie Più Forti al Mondo: 10° Canada

  • PIL nominale: $ 1,65 trilioni
  • PIL (PPP): $ 1,76 trilioni

Nel 2015 il Canada ha rimpiazzato la Russia al 10° posto fra le economie più forti al mondo e da allora ha mantenuto la sua posizione. Il PIL nominale del Canada è attualmente pari a $ 1,65 trilioni e dovrebbe toccare $ 1,79 trilioni nel 2018 e $ 2,43 miliardi entro il 2023. Il suo PIL pro capite di $ 45.077 è al 20 ° posto mondiale, mentre il suo PIL di $ 1,76 trilioni in termini di PPA lo porta al 17° posto.

Il paese ha contenuto il livello di disoccupazione, che dovrebbe ridursi ulteriormente. Mentre i servizi sono il settore principale, la produzione è la pietra angolare di un’economia con il 68% delle sue esportazioni costituite da merci. Il Canada pone molta enfasi sulla produzione, che è cruciale per la sua futura crescita economica. Il paese ha registrato una crescita del 3% nel 2017 rispetto all’1,4% nel 2016 e si prevede che cresca al 2% durante il 2018 e il 2019.

Condividi suShare on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Trading online? Allenati senza rischiare con un Conto Demo
plus500
etoro
markets
iq option
bdswiss
24option
fxtm
avatrade

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *