Perché Investire In Bitcoin

Il mondo si è evoluto. E con esso….il denaro! Dalle prime forme di scambio (baratto) si è passati alla monete, poi al cartaceo e oggi anche all’elettronico. Ma negli ultimi anni abbiamo visto nascere, crescere e svilupparsi un’altra forma di denaro: quello digitale. E’ questo infatti il processo di sviluppo che hanno subito le valute del mondo in tempo recenti, almeno dal momento in cui la tecnologia ha permesso l’effettuazione delle transazioni via computer. E oggi il denaro elettronico sta guadagnando sempre più terreno sulle monete tradizionali, in virtù del fatto che il volume degli scambi effettuati a livello globale sta aumentando di anno in anno. Ma il processo di sviluppo dei pagamenti elettronici negli ultimi tempi è andato ancora oltre e ha iniziato ad investire anche la cosiddetta realtà virtuale. Da alcuni anni infatti non solo gli individui sono abituati a fare online un uso virtuale del denaro fisico, ma sono state create anche delle valute digitali…..virtuali al 100%.

moneta bitcoinIl caso più famoso e rappresentativo di questo fenomeno è costituito dalla moneta virtuale denominata Bitcoin, creata dal nulla nel 2009 da un certo Satoshi Nakamoto, la cui vera identità è però rimasta fino ad oggi anonima. Il Bitcoin è quindi una moneta che esiste solo nel mondo virtuale ma che, avendo in poco tempo generato un alto volume di scambi attraverso la Rete, a partire dallo scorso anno ha avuto un grande successo anche nel mondo reale. Questo perché moltissime aziende, soprattutto quelle situate nella famosa Silicon Valley (USA), hanno cominciato ad accettarla come mezzo di scambio per beni e servizi. Ma questa naturale predisposizione della Silicon Valley a sfruttare le novità provenienti da Internet non è sicuramente l’unico motivo che ha causato il grande successo recente del Bitcoin. Essi, infatti, sono strettamente correlati alle sue modalità di utilizzo. Per capire questo concetto pensate che, al cambio attuale, dopo 12 mesi strepitosi, il rapporto Bitcoin/DollaroUSA è di ben 780 a 1!! Questa moneta digitale, quindi, può essere considerata un un investimento alternativo, una possibilità di guadagno, un mezzo che permettere di mettere al riparo la propria ricchezza dalla svalutazione dell’inflazione. Questo perché, non essendo la moneta di un paese specifico (vincolo di territorialità) può prosperare nel mondo fluttuante di Internet e, soprattutto, non può essere controllata da nessun governo e da nessuna Banca Centrale. Per molti investitori, addirittura, il Bitcoin è più sicuro dell’oro!

Il Bitcoin In Italia

Ufficialmente (e incomprensibilmente aggiungerei!) il Bitcoin è arrivato in Italia solo alcuni mesi fa, nel Novembre 2013. Solo in tale data, infatti, nacque la Bitcoin Foundation Italia, la prima associazione italiana non a scopo di lucro per la promozione della moneta digitale. Anche se, a dover di cronaca, la diffusione di questa moneta in Italia si deve al forum Bitcointalk.org. Da allora, le transazioni con questa valuta nel nostro paese sono diventate più accessibili e familiari.

Come Acquistare Bitcoin

Ovviamente, l’acquisto di una moneta digitale, necessita innanzitutto di un computer con accesso ad internet. Tecnicamente parlando, i Bitcoins vengono “coniati” in maniera autonoma da un sistema crittografato che li regola e li gestisce, a sua volta appoggiato ad un database distribuito realizzato dalla rete dei pc connessi tra di loro in modalità “peer-to-peer“. Per poter acquistare Bitcoin bisogna poi aprire un borsellino virtuale, ovvero un portafoglio in cui poter conservare le monete digitali. Gli acquirenti avranno due opzioni a loro disposizione:

  • potranno infatti conservare questo borsellino virtuale sul proprio computer servendosi di un programma di client che permetta di gestirlo (opzione più sicura);
  • potranno affidare la custodia del portafoglio ad una sorta di banca online, cioè un intermediario finanziario che li gestirà al posto loro. Una delle società che offrono questo servizio è il sito Blockchain.

Dopo l’apertura del borsellino virtuale, vi verrà assegnato un codice alfanumerico che sarà come un numero di conto corrente. Dovrà infatti essere dato a chiunque voglia inviarvi del denaro o utilizzato quando sarete voi a voler inviare del denaro. Tecnicamente viene definito indirizzo bitcoin. Nel caso in cui si scelga la prima opzione, cioè quella di gestire in proprio tutte le transazioni, dovrete scaricare il software open source Bitcoin, che provvederà anche all’assegnazione dell’indirizzo bitcoin personale. L’ultimo passo da fare, sarà quello di procedere all’acquisto vero e proprio. Al momento dell’apertura, infatti, il borsellino virtuale sarà vuoto e si avrà quindi la possibilità di riempirlo a seconda delle proprie esigenze e desideri. I modi per acquistare i Bitcoin sono diversi. Un modo abbastanza semplice è quello, ancora una volta, di servirsi di intermediari finanziari virtuali che mettono a disposizione diverse piattaforme di scambio come:

Su queste piattaforme sono accettate diverse modalità di pagamento, anche se la più diffusa è quella del bonifico bancario. Prima del loro utilizzo è necessario però registrarsi, cioè creare un account. Ma esistono anche altri modi per comprare Bitcoin. Due di questi prevedono il pagamento o attraverso la Postepay o attraverso il conto PayPal:

+
  • per acquistare Bitcoin attraverso una ricarica della propria PostePay, esiste una piattaforma “made in Italy” chiamata BitBoat.net. Il sistema riceve la nostra richiesta di acquisto e assegna al nostro indirizzo alfanumerico un codice su cui effettuare la ricarica PostePay da qualsiasi ufficio postale o punto vendita Lottomatica – Sisal. L’accredito dei Bitcoin sul proprio borsellino virtuale avviene 5 minuti dopo l’effettuazione della ricarica;
  • per comprare invece Bitcoin attraverso il proprio conto PayPal è possibile utilizzare il servizio messo a disposizione dal Virtual World Exchange, più noto come VirWox. Anche qui è necessario effettuare una registrazione.

Come ogni cosa, anche l’investimento in Bitcoin ha i suoi pro e i suoi contro!

Vantaggi

  • Offerta limitata a 21 milioni di unità – L’intero sistema è progettato in modo tale che il numero totale di bitcoin non superi mai le 21 milioni di unità. Ad oggi, ci sono 12.185.000 bitcoin in circolazione. Quindi, visto che a breve i Bitcoin diventaranno sempre più difficili da acquisire, il loro prezzo salirà se la domanda continuerà a crescere.
  • Bassa tassazione – Il Bitcoin è una moneta digitale che è stato progettata per il commercio globale in età moderna, con la facilità d’uso di una carta di credito….ma con una bassa tassazione.
  • Sicurezza – Tutti i Bitcoins, insieme ad ogni transazione, vengono pubblicamente registrati e verificati attraverso la rete. Questa registrazione, nota come “Blockchain”, è una delle caratteristiche che aiuta a mantenere il sistema al sicuro da frodi e abusi. Senza contare che i Bitcoins non possono essere duplicati o falsificati.
  • Crescente accettazione – Ad oggi, sono già molte le attività commerciali che hanno deciso di accettare bitcoin. E il numero è in crescita esponenziale! Una delle più famose, Zynga Inc, ha annunciato il 6 gennaio scorso che inizierà ad accettare la moneta virtuale per alcuni dei suoi giochi social online.

Svantaggi

  • Volatilità – Il prezzo di un bitcoin è lievitato molto negli ultimi tempi. Da semplici centesimi a oltre $1.000 in pochi anni, ma crollò anche a $450 quando fu resa nota la volontà delle banche cinesi di non accettare il bitcoin come valuta! In gergo finanziario, si può descrivere il bitcoin come una “bolla”. Questa moneta è molto “volatile” e, quindi, viene considerato un investimento rischioso.
  • Banche Centrali hanno espresso preoccupazioni/divieto di utilizzo – Funzionari delle banche centrali di alcuni paesi del mondo hanno espresso preoccupazioni circa il potenziale rischio di riciclaggio di denaro e speculazione connesse al Bitcoin. Ultima in ordine di tempo, la banca centrale della Malesia ha dichiarato questa moneta illegale e ha messo in guardia sui rischi di utilizzo!
  • Moneta molto giovane – Nonostante abbia già raggiunto un massimo storico di $1000, l’utilizzo del Bitcoin è ancora nella sua fase embrionale. Inoltre, visto che non sono negoziati attraverso un registro centrale autorizzato o agenzia governativa, sono altamente suscettibili di frodi o manipolazioni. Ci sono già state notizie di crackers (pirati informatici) che diffondono un malware per introdursi nel computer al fine di rubare o creare danni al portafoglio Bitcoins. E probabilmente ciò aumenterà di pari passo con la crescente popolarità della “criptovaluta”.

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Trading online? Allenati senza rischiare con un Conto Demo
plus500
etoro
markets
iq option
bdswiss
24option
fxtm
avatrade

Un pensiero riguardo “Perché Investire In Bitcoin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *