Investire In Aziende a Bassa Capitalizzazione

Come abbiamo imparato negli articoli precedenti, nei mercati azionari le quote di capitale sociale delle società sono divise in azioni. E moltiplicando il numero delle azioni per il loro valore di mercato, otterremo la capitalizzazione di mercato della società in questione. Da ciò consegue che esistono grandi aziende perché hanno molto capitale versato e piccole aziende il cui numero di azioni in circolazione è molto ridotto. Le società quotate in Borsa che hanno una bassa capitalizzazione di mercato sono note come penny stock (o titoli sottili). Le penny stock sono dei titoli solitamente considerati “a rischio” altamente speculativo a causa della loro mancanza di liquidità. In genere, questi titoli riguardano le aziende quotate che capitalizzano non più di 50/100 milioni di Euro. D’altra parte, uno dei loro indubbi vantaggi è il fatto di costare poco: solitamente, vengono definiti penny stock quei titoli con un valore inferiore a 2€ e capitalizzazione societaria inferiore a 100 milioni di Euro.

optionsxoCerto, con questi presupposti vi starete chiedendo perché viene considerato rischioso investire in queste azioni, visto che costano anche poco! Innanzitutto, sappiate che “buone aziende” non si nasce, ma si diventa! Anche se alcune hanno inizialmente dei buoni fondamentali, le aziende di successo diventano tali facendosi strada nel mercato di riferimento battendo o lottando con efficacemente con i loro diretti concorrenti. Purtroppo, sono ancora oggi tanti gli investitori che credono di trovare in questi titoli delle “miniere d’oro”, dimenticandosi di valutarli correttamente. Prezzo basso non è sempre sinonimo di affare! Ad ogni modo, anche se alcuni investitori hanno ottenuto ingenti guadagni investendo in Microsoft o Apple quando non erano i colossi di oggi, nella maggior parte dei casi l’investimento non oculato nelle penny stocks porta spesso ad una perdita di denaro.

Rischi Delle Penny Stocks

Le penny stocks vengono considerate dei titoli rischiosi per 4 motivi principali:

  1. A differenza degli altri titoli, le penny stocks sono sempre circondate da un alone di mistero! Questa carenza di informazioni ha una motivazione molto semplice: data la piccola dimensione di queste aziende e dei loro fatturati, esse non investono nel fornire molte informazioni al mercato. Di solito si limitano a fornire le informazioni minime richieste dalle leggi vigenti. Prima di investire, invece, è fondamentale sapere il più possibile su una società (struttura dei costi, ROI, ROE, l’evoluzione dei mercati di riferimento e la sua competitività).
  2. Solitamente, le società a bassa capitalizzazione si attengono alle minime norme di comportamento ed informazione del mercato, rendendo difficile all’investitore predire con una relativa certezza l’evoluzione del titolo.
  3. Altro importante rischio delle penny stocks è la loro bassa liquidità: potrebbe risultare molto difficile dismettere le azioni.
  4. Generalmente, le società a bassa capitalizzazione sono di nuova costituzione e quindi, avendo una storia relativamente breve, hanno uno “stock record” molto risicato.

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Trading online? Allenati senza rischiare con un Conto Demo
plus500
etoro
markets
iq option
bdswiss
24option
fxtm
avatrade

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *