Indici di Borsa

Gli indici di borsa sono strumenti molto utili ai trader, perché consentono loro di avere una visione globale sull’andamento dei titoli di un determinato paniere di azioni.

Nello specifico, l’indice di borsa è una media ponderata dei prezzi dei titoli che consente di “sintetizzare” l’andamento del mercato. L’importanza di tali strumenti si basa sulla valutazione “sintetica” delle aspettative di mercato.

In particolare, il valore di sinteticità degli indici di borsa riflette la difficoltà valutativa delle aspettative di mercato o del segmento di mercato cui essi si riferiscono e si pone come termine di confronto per la singola attività nella verifica di correlazione delle aspettative di rendimento. La veridicità di un indice si misura da come riesce a riprodurre fedelmente l’andamento effettivo del portafoglio di azioni incluse nell’indice stesso.

Indici di borsa: criteri di classificazione

Il valore di partenza dell’indice viene posto ad un certo livello di riferimento, in un certo anno base. Di per sé, il valore degli indici di borsa non ha un grande significato: quello che conta veramente è la loro variazione percentuale, essendo il rendimento che si otterrebbe investendo nei titoli compresi nell’indice.

Come abbiamo accennato prima, gli indici di borsa sono calcolati in base a medie ponderate dei prezzi dei titoli negoziati in borsa, la cui costruzione può avvenire secondo modalità differenti, basate a loro volta su differenti meccanismi di ponderazione dei singoli titoli. Gli indici azionari si dividono quindi in:

  • price weighted, quando il prezzo è l’elemento più importante. In questa tipologia di indici,  il “peso” del titolo, ovvero la capitalizzazione di mercato della società, viene considerato un elemento secondario. Infatti, i titoli con il prezzo maggiore influiscono sul valore dell’indice in misura superiore rispetto ai titoli con prezzo minore, ma il fatto che un’azione abbia un prezzo superiore a un’altra non implica in alcun modo che le relative società emittenti rispettino lo stesso ordine dimensionale. Gli indici “price weighted” più popolari sono il Dow Jones Industrial Average e il Nikkei 225;
  • value weighted, dove il peso dei singoli titoli dipende dalla loro capitalizzazione di mercato (intesa come il rapporto tra capitalizzazione del titolo e il valore della borsa complessivo). Rispetto ai precedenti, quindi, questi indici riflettono prevalentemente l’andamento dei titoli azionari delle società più grandi (large cap). Gli indici più famosi che rispecchiano questo criterio sono S&P 500, il FTSE MIB, il FTSE 100, il CAC40, il DAX30 (leggi anche Come Fare Trading Sul Dax 30) e l’Hang Seng.
  • equally weighted, dove viene considerata principalmente l’uguaglianza tra i fattori di ponderazione per tutti i titoli facenti parte dell’indice. In essi, le capitalizzazioni di mercato delle società non vengono considerate.

indici di borsa

Ad ogni modo, gli indici citati sopra comprendono solo “campioni” di tutti i titoli quotati nei mercati azionari.

Diversi sono infatti gli indici generali che, invece, includono tutti i titoli quotati in borsa. Il metodo di scelta del campione può seguire differenti parametri: uno dei più importanti è sicuramente quello di includere tutti i titoli delle società che operano nello stesso settore produttivo.

Si tratta quindi di indici settoriali, che hanno appunto il compito di indicare lo stato di salute di uno specifico settore dell’economia.

Indici di Borsa: Come Investire

Vediamo ora cosa significa investire in un indice di borsa e come farlo. Innanzitutto, vi è una sostanziale differenza tra il comune investimento azionario e investire su un indice specifico, ovvero scegliere se si desidera scommettere su una singola società o su un gruppo di società, in modo da attuare anche una certa diversificazione del portafoglio.

Questo significa infatti seguire diverse società che si muovono all’interno di uno stesso percorso e di una stessa economia. Investire negli indici di Borsa risulta quindi essere più facile rispetto alle azioni.

Per investire negli indici di borsa non è necessario recarsi fisicamente alla propria banca, ma si può farlo comodamente online da casa propria. Questo grazie ai CFD forniti dai broker online (leggi anche Le Migliori Piattaforme di Trading Online). Queste società mettono a disposizione dei propri clienti delle piattaforme di trading online che consentono di acquistare o vendere titoli direttamente dal proprio computer o smartphone.

Per gli investitori alle prime armi, sappiate che oggi quasi tutti i broker consentono anche di iniziare a fare trading con un conto demo per far pratica con soldi virtuali che vi saranno accreditati automaticamente all’iscrizione, senza quindi essere costretti ad effettuare versamenti di soldi reali.

Quando vi sentirete pronti, potrete iniziare a fare trading con soldi veri passando ad un conto reale.

Indici di Borsa Italiani

Indici di Borsa Europei (area euro)

Indici di Borsa Europei (area non euro)

Indici di Borsa – Altri Mercati

  • S&P BRIC 40
  • DOW JONES Composite Internet
  • HANG SENG
  • DOW JONES Industrial Average
  • NASDAQ 100
  • NASDAQ COMP
  • NYSE COMP
  • S&P 500
  • SHANGHAI STOCK EXCHANGE B SHARES INDEX
  • S&P/ASX 200
  • NIKKEI 225

Grafico in tempo Reale UK 100

Grafico in tempo Reale USA 500

Grafico in tempo Reale HONG KONG

Grafico in tempo Reale AUSTRIA

Grafico in tempo Reale GERMANIA

Grafico in tempo Reale ORO