Come Fare Trading Sul Dax 30

I traders esperti sanno bene che il mercato azionario tedesco è una delle piazze finanziarie più liquide del mondo, dove è spesso possibile trovare un metodo poco costoso e molto redditizio di scambiare titoli azionari. Come il nostro Mib 30, il Dax 30 è un indice che si compone dalle maggiori 30 aziende tedesche quotate alla Borsa di Francoforte. Tali società sono selezionate in funzione della loro rappresentatività dell’economia del paese. Ovviamente questo elenco può cambiare costantemente in funzione dei cambiamenti di risultato o di attività dell’azienda in questione.

Come Fare Trading Sul Dax 30

Il Dax 30

Se facciamo caso alla composizione del Dax 30, notiamo che è composto in gran parte da tutti i più grandi gruppi automobilistici e diversi gruppi bancari tedeschi. Accanto a questi due settori sono anche rappresentati i titoli appartenenti ai settori tecnologico e informatico nonché quello energetico. Tuttavia, il settore tecnologico del Dax 30 è formato anche società tecnologiche non tedesche, ovvero che hanno sede legale fuori dal territorio tedesco. Ad ogni modo, l’indice tedesco è un “performance index“, ossia un indice calcolato tenendo conto dei dividendi e dei ricavi derivanti dall’esercizio del diritto di opzione.

In generale, il Dax 30 è composto da utilities, beni e servizi industriali, società del settore assicurativo, automobilistico, chimico e bancario. Le più grandi società quotate sono E.On (EON), Allianz (ALV), Siemens (SIE), Deutsche Bank (DBK) e Daimler AG (DAI). Le società che ne fanno parte sono fortemente internazionalizzate e l’export è da sempre uno dei punti di forza della Germania. Dal punto di vista prettamente settoriale, è il comparto finanziario ad avere maggiore peso nell’indice, ma quote rilevanti sono occupate anche da settori riguardanti consumi ciclici, industriali e tecnologici.

DAX 30: Come Fare Trading

Fare trading sul DAX 30 è particolarmente consigliato nelle fasi espansive del ciclo economico globale: quando la domanda per le imprese è in crescita, risulta invece abbastanza penalizzato dagli incrementi dei tassi di interesse anche per il preponderante peso dei comparti finanza e dei consumi ciclici. E anche se le 30 società che compongono l’indice sono delle multinazionali, le loro azioni sono molto influenzate da alcuni fattori tra cui:

  • apprezzamenti dell’Euro, che comportano dei decisi cali dei corsi azionari in quanto le 30 società sono fortemente esportatrici;
  • sensibilità al ciclo economico globale per la stessa ragione degli apprezzamenti dell’Euro;
  • incrementi dei tassi d’interesse, che hanno conseguenze negative sull’indice.

Come avviene per gli altri grandi indici borsistici, fare trading sul DAX 30 non va fatto a caso: solo in questo caso il trader sarà in grado di comprendere i settori di attività che vi sono rappresentati. Per orientare la propria scelta al rialzo o al ribasso bisogna analizzare il calendario economico, il quale pubblica molto spesso dei dati che influenzano molto il DAX 30. È il caso di tutte le statistiche economiche tedesche come il PIL, i tassi di prestito obbligazionario o i volumi dell’industria e della produzione che indicano ai trader una direzione globale da seguire.

Ma bisogna anche tenere conto dei dati europei che possono in alcuni casi favorire o, al contrario, ledere alcuni settori economici. Per esempio, un ribasso del tasso d’interesse dell’Euro avrà senz’altro per conseguenza una maggiore competitività delle imprese europee e quindi un rialzo del valore del DAX 30.

DAX 30: Quando Fare Trading

L’orario di apertura in cui è possibile fare trading su questo indice va dalle 9:00 alle 17:30. Tuttavia, chi opera in Borsa sa benissimo che esistono periodi più buoni per tradare e altri meno buoni. I trader esperti hanno ormai imparato questi tempi, mentre quelli più inesperti non riescono ancora a capire che operare nei momenti giusti su questo indice può far aumentare le probabilità di ottenere degli ottimi rendimenti. Studi recenti hanno infatti dimostrato che fare trading con l’indice azionario tedesco in determinati periodi del giorno e della settimana può essere di molto aiuto ai trader “in marginazione”.

Statisticamente, i migliori periodi per fare trading sul Dax 30 sono:

  • il pomeriggio di un giorno successivo ad uno festivo è solitamente migliore della mattina;
  • i lunedì (soprattutto la mattina) non è consigliabile operare sul Dax;
  • il venerdì pomeriggio è contraddistinto solitamente da bassi volumi di scambio e quindi il mercato è poco volatile per trovare occasioni di scalping;
  • i giorni nei quali si verificano i contract rollover (ogni 3 mesi) dei contratti derivati non sono buoni per gli investitori più prudenti;
  • il martedì, mercoledì e giovedì sono ottimi giorni per tradare sul Dax. State però attenti se in questi giorni è previsto un comunicato della Fed o della Bce;
  • le ore migliori per tradare il Dax vanno dalle 9.30 alle 11.00 (ora italiana) e l’ultima ora della sessione borsistica giornaliera (16:30/17:30);
  • non scambiare nei primi 15 minuti di apertura della borsa perché il mercato ha alti indici di volatilità;
  • non tradare dalle 12.00 alle 14.00 in quanto in queste ore i volumi si riducono notevolmente;
  • secondo il DTI (Diversified Trading Institute) il miglior periodo per fare trading sul Dax va dalle 9.00 alle 04:30 del pomeriggio. Fate attenzione però alle chiusure dei mercati asiatici e alla borsa statunitense. Il Dax 30 risente molto di queste chiusure e influenzerà le aperture degli altri mercati europei;
  • statisticamente, se il Dax 30 è in ribasso di venerdì, lo sarà anche di lunedì.

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Vuoi conoscere e seguire valide strategie di Trading? Ecco IL CORSO giusto da seguire!
... Dopo il Corso, allenati senza rischiare con un Conto Demo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *