5 Cose Che Possiamo Imparare Dalla Lettera di Warren Buffett Agli Azionisti

La Berkshire Hathaway ha pubblicato la sua relazione annuale lo scorso 23 febbraio 2019 e la lettera agli azionisti del presidente Warren Buffett contiene articoli di interesse per gli azionisti di Berkshire e per gli investitori in generale.

5 Cose Che Possiamo Imparare Dalla Lettera di Warren Buffett Agli Azionisti

Leggendo la lettera, ho trovato cinque osservazioni di Buffett che dovrebbero essere di particolare interesse per ogni investitore:

5 Cose Che Possiamo Imparare Dalla Lettera di Warren Buffett Agli Azionisti

  1. Per quanto riguarda il concetto di mark-to-market, “concentratevi sui guadagni operativi, prestando poca attenzione ai guadagni e alle perdite di qualsiasi varietà.”
  2. “Il cambiamento annuale nel valore contabile (book value) della Berkshire è una metrica che ha perso la rilevanza che aveva una volta”.
  3. “È probabile che – nel tempo – Berkshire opererà un importante riacquisto delle proprie azioni”.
  4. Buffett continua a “sperare in un’acquisizioni di grandi dimensioni”, ma “i prezzi sono altissimi per le aziende che possiedono buone prospettive a lungo termine”.
  5. “Coloro che regolarmente predicono il destino a causa dei deficit del governo sono stati smentiti dalla storia degli Stati Uniti”.

Significato per gli Investitori

Analizziamo ora le osservazioni di Buffett in una maniera più dettagliata.

Mark-to-Market

Per chi non lo sapesse, il termine mark to market fa riferimento ad un metodo di valutazione in base al quale il valore di uno strumento o contratto finanziario viene corretto ai prezzi correnti del mercato. Viene anche tradotto come “valutare secondo il mercato”.

Mark to market (o MTM) è in pratica una misura del fair value dei conti che possono cambiare nel tempo, come attività e passività. Questo parametro mira a fornire una valutazione realistica della situazione finanziaria attuale di un’istituzione o di una società.

Una nuova regola contabile obbliga Berkshire a valutare i titoli nel proprio portafoglio di investimenti sulla base dei prezzi correnti di mercato. Questo ha due conseguenze. Innanzitutto, il bilancio di Berkshire rifletterà i valori di mercato di questi titoli. In secondo luogo, qualsiasi variazione di questi valori di mercato da un periodo di rendicontazione a quello successivo confluirà negli utili segnalati dalla Berkshire.

Il calo del valore di mercato produrrà perdite da mark-to-market che riducono i guadagni. L’aumento del valore di mercato genererà guadagni mark-to-market che vengono aggiunti agli utili (leggi anche I 7 Comandamenti Di Warren Buffett).

Con un portafoglio di investimenti azionari del valore di circa $ 173 miliardi alla fine del 2018, Buffett nota che la valutazione della sua società oscilla frequentemente di $ 2 miliardi o più in un dato giorno, salendo a $ 4 miliardi o più quando la volatilità del mercato azionario è aumentata nel dicembre 2018.

Buffett, a questo proposito, ha aggiunto: “come sottolineato nella relazione annuale del 2017, né il Vice Presidente di Berkshire, Charlie Munger, né io crediamo che questa regola sia ragionevole. Questa regola produce oscillazioni selvagge e capricciose nella nostra linea di fondo”.

Valore Contabile (Book Value)

“La Berkshire si è gradualmente trasformata da una società i cui beni sono concentrati in azioni negoziabili in una il cui valore principale risiede nelle attività operative. E mentre le nostre partecipazioni sono valutate ai prezzi di mercato, le regole contabili richiedono che il nostro insieme di società operative siano inclusa nel book value ad un valore molto inferiore al loro valore attuale, un errore di valutazione che è cresciuto negli ultimi anni”.

Riacquisto Azioni

Mentre diceva che la Berkshire Hathaway prevedeva di restituire quantità significative di capitale agli azionisti attraverso il riacquisto di azioni, Buffett aggiunge che questo piano è un altro motivo per abbandonare la sua precedente attenzione al valore contabile. “Ogni transazione fa aumentare il valore intrinseco per azione, mentre il book value per azione scende. Questa combinazione fa sì che l’entità del valore contabile diventi sempre più lontana dalla realtà economica”.

Buffett dice anche che “l’acquisto alla cieca di titoli troppo costosi è distruttivo dal punto di vista del valore.” (leggi anche Come Scegliere Le Azioni Su Cui Investire: Il Metodo Buffett).

Nuove Acquisizioni ed Investimenti Azionari

“Negli anni a venire, speriamo di spostare gran parte della nostra liquidità in eccesso nelle imprese che Berkshire possederà in modo permanente, ma le prospettive immediate, tuttavia, non sono buone: i prezzi sono altissimi per le aziende che possiedono prospettive decenti a lungo termine. La realtà deludente significa che il 2019 probabilmente ci vedrà di nuovo espandere le nostre partecipazioni di azioni negoziabili, ma continuiamo, tuttavia, a sperare in un’acquisizione di grandi dimensioni”.

Tuttavia, Buffett si è impegnato a tenere almeno $ 20 miliardi in liquidità per proteggersi dalle “calamità” esterne. La riserva di cassa della Berkshire era di $ 112 miliardi alla fine del 2018.

Il Deficit Federale e il Debito Nazionale

Dall’11 marzo 1942, quando Buffett ha effettuato il suo primo investimento in azioni, fino al 31 gennaio 2019, osserva che ogni dollaro investito nell’indice S&P 500 (SPX) sarebbe cresciuto fino a $ 5.288, con dividendi reinvestiti e prima dei costi sulle transazioni e le imposte. Nel frattempo, il debito nazionale è aumentato di circa 400 volte, o di circa il 40.000%, durante lo stesso periodo di tempo.

“Le persone che si preoccupavano di “deficit in fuga e una valuta senza valore” e quindi acquistavano oro invece di azioni, avrebbero visto ogni dollaro crescere a circa $ 36, “meno dell’1% di quello che sarebbe stato realizzato da un semplice investimento non gestito negli affari americani “, osserva Buffett. “Il metallo prezioso non poteva competere con il coraggio americano”, aggiunge.

Tasse sull’Investimento e Rendimento del Portafoglio

Buffett aggiunge che il tasso di crescita annuale composto (CAGR) espresso dallo S & P 500, con dividendi reinvestiti, è stato di circa l’11,8% in quasi 77 anni. Riducete il CAGR di appena 1 punto percentuale all’anno, al 10,8%, pagando il dovuto a broker e consulenti e ogni dollaro investito nel 1942 sarebbe cresciuto fino a circa $ 2.650 oggi.

All’inizio del 2018, Buffett mise Ajit Jain a capo di tutte le operazioni assicurative e Greg Abel a capo di tutte le altre operazioni. “Queste mosse furono attuate in ritardo, oggi Berkshire viene gestita molto meglio di quando ero io a supervisionare le operazioni. Ajit e Greg hanno rari talenti e il sangue della Berkshire scorre nelle loro vene”, scrive Buffett. Tuttavia, con Buffett e il braccio destro di lunga data Charlie Munger in età avanzata (88 e 95 anni rispettivamente), il nome formale dei loro successori è ancora un punto interrogativo.

Condividi suShare on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Vuoi fare soldi col Trading online? Allenati senza rischiare con un Conto Demo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *