Analisi Del Titolo Alphabet (GOOGL)

I maggiori titoli del settore tech presenti nel NASDAQ-100 (l’indice di borsa delle maggiori 100 imprese non finanziarie quotate nel NASDAQ), stanno facendo registrare uno dei mercati toro più significativi della loro storia. Questo unito ai risultati dell’indice S & P 500, al Dow Industrial Average e al Russell-2000, fanno pensare ad una maggiore crescita dei loro profitti sotto la gestione Trump. Ma i più grandi giganti tecnologici della nazione devono ancora affrontare turbolenze politiche ed economiche, con l’aumento Dollaro statunitense che renderà più difficile vendere i loro prodotti all’estero. Ma anche il noto supporto della Silicon Valley ad Hillary Clinton durante la campagna elettorale ha contribuito a costruire un muro di disagio tra gli amministratori delegati e il presidente eletto!

Alphabet Inc. (GOOGL), in particolare, dovrà affrontare sfide complesse nel 2017. Con oltre il 75% dei navigatori Internet di tutto il mondo che usano il loro motore di ricerca, la pubblicità presente in esso ha guidato la maggior parte dei ricavi della società ($ 75 miliardi) nel 2015. Ma gli utili e i ricavi potrebbero crollare se il dollaro continuasse a registrare nuovi massimi, mentre le tensioni politiche ed economiche potrebbero pesare negativamente anche sul tasso di crescita. Alphabet, la “casa madre” di Google, ha vissuto un inizio 2016 all’insegna dell’incertezza, muovendosi sostanzialmente in un range compreso grosso modo tra i $ 780 e i $ 700. Verso la fine di Giugno, le quotazioni sono scese fino a segnare i minimi dell’anno (poco sotto i $ 680). Subito dopo è però iniziata la risalita del titolo, che lo ha portato a nuovi massimi del 2016, appena sotto gli $ 840 prima di fine Ottobre. In seguito si è avuta una fase di incertezza alimentata anche dalla vittoria di Donal Trump, visto l’ostracismo dimostrato in campagna elettorale e le politiche del neo presidente americano che potrebbero rivelarsi poco favorevoli per i colossi della Silicon Valley. Alphabet ha così perso posizioni scivolando a poca distanza dalla soglia dei 750 dollari per poi iniziare un nuovo recupero che sembra aver trovato un primo ostacolo in area $ 800. La buona performance messa a segno di recente dal Nasdaq non sembra essere stata sfruttata a dovere da Alphabet. In questo senso, molti analisti consigliano cautela nell’apertura di posizioni al rialzo.

Dopo il massimo fatto registrare ad Ottobre, Alphabet non è riuscita a migliorare fino ad oggi. E da qua alla fine dell’anno sarà difficile per la società entrare in un trend rialzista più verticale. Tuttavia, gli analisti indicano Gennaio come il mese in cui il titolo GOOGL sarà in una forte tendenza al rialzo, trascinando l’intero indice Nasdaq 100 in un nuovo ciclo di massimi storici.

Condividi suShare on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Vuoi fare soldi col Trading online? Allenati senza rischiare con un Conto Demo

Un pensiero riguardo “Analisi Del Titolo Alphabet (GOOGL)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *