Portafoglio azionario: 3 motivi per cui la liquidità è importante

Le disponibilità liquide (cash holdings), ovvero la detenzione di una percentuale di denaro contante nel portafoglio azionario, è una strategia spesso criticata da molti analisti perché riduce le prestazioni degli investimenti nei mercati uptrending. Tuttavia un numero crescente di banche di investimento, tra cui Goldman Sachs, raccomandano agli investitori di aumentare la liquidità all’interno dei loro portafogli azionari. La banca cita tre ragioni principali sul perché conviene avere sempre posizioni di liquidità all’interno del proprio portafoglio d’investimento e noi le abbiamo sintetizzate nel corso dell’articolo.

Portafoglio azionario: 3 motivi per cui la liquidità è importante

Portafoglio azionario: 3 motivi per cui la liquidità è importante

1. Liquidità = Opportunità

Warren Buffett è stato per lungo tempo un convinto sostenitore del cash holdings e si stima che abbia un minimo di 20 miliardi $ di liquidità nel portafoglio di Berkshire Hathaway Inc. (NYSE: BRK.A). Alla fine del 2015, tuttavia, il denaro contante della sua holding era pari a ben 72 miliardi di dollari.

Uno dei vantaggi principali della detenzione di liquidità, soprattutto per gli investitori più “aggressivi”, è quello di prendere al volo opportunità di acquisto quando le valutazioni di alcune aziende scendono a livelli interessanti. Un esempio di ciò è l’acquisto nel 2009 da parte di Buffett di 1,6 milioni di azioni di Wells Fargo & Company (NYSE: WFC) a una media di 8$ per azione. A partire dal 29 Giugno 2016, Wells Fargo vale 46 $ per azione. In pratica, in 7 anni le azioni WFC hanno consentito a Buffett di generare un guadagno di oltre 60 milioni di dollari.

La liquidità fornita dalla detenzione di contante presenta anche la possibilità di fare acquisti utilizzando un piano di “Dollar Cost Averaging“, che consiste nell’investire, ad intervalli temporali regolari, la stessa somma di denaro per acquistare una o più azioni. I potenziali vantaggi di questa strategia sono molteplici. Essa disciplina il comportamento degli investitori (consapevoli di dover rispettare una precisa strategia e i suoi relativi tempi), rende impossibile speculare sui movimenti di mercato, consente di poter affrontare al meglio diversi scenari finanziari senza doverne temere le fluttuazioni e libera dai timori legati al timing, cioè al momento ideale per entrare e uscire dai mercati.

Portafoglio azionario: 3 motivi per cui la liquidità è importante

2. Riduce la volatilità del portafoglio

Detenere denaro contante in un portafoglio azionario può ridurre i rendimenti quando il mercato si apprezza, ma anche limitare le perdite durante il declino. Ad esempio, un calo del mercato del 20% in un portafoglio interamente investito si tradurrà in una perdita del 20%. Riducendo l’esposizione di mercato all’80% con una posizione di cassa al 20%, lo stesso calo di mercato determinerà una perdita del portafoglio del 16%. La giusta quantità di liquidità detenuta in un portafoglio varia a seconda degli obiettivi di investimento e propensione al rischio, ma un livello ottimale di liquidità può anche influenzare positivamente l’impatto emotivo dell’investitore, riducendo le possibilità di farsi prendere dal panico e vendere quando i mercati diventano volatili. L’accesso alla liquidità in un portafoglio durante un periodo di recessione può anche precludere la necessità della vendita di azioni o obbligazioni in caso di emergenza o di spese non pianificate.

Portafoglio azionario: 3 motivi per cui la liquidità è importante

3. “Stagionatura” del mercato toro

Il secondo mercato toro più lungo della storia ha in passato mostrato segni di rallentamento, tra cui quattro trimestri consecutivi di guadagni in calo del S & P 500 e una rapida contrazione dei margini di profitto, a partire dal 1 ° trimestre 2016. Allo stesso tempo, il rapporto prezzo-utili (P/E) del S & P 500 è 24.22, quasi il 50% rispetto alla media storica (a partire dal 24 giugno 2016). Al contrario, settori “difensivi” come utilities e beni di prima necessità hanno ottenuto valutazioni significativamente superiori rispetto alle medie storiche. Citando questi fattori per la sua posizione neutrale nel maggio 2016, Goldman Sachs raccomanda un approccio cauto alle azioni, tra cui l’aumento dei livelli di cassa nei portafogli. Ad esempio, gli investitori che in genere mantengono la liquidità del loro portafoglio al 10%, potrebbero prendere in considerazione l’aumento della liquidità al 15 o al 20% per l’esposizione azionaria.

Vuoi allenarti col Trading senza rischiare?
Prova il Conto Demo della piattaforma Plus500.
Comincia a prendere confidenza col trading senza rischiare il tuo capitale. VAI ALLA DEMO

Un pensiero riguardo “Portafoglio azionario: 3 motivi per cui la liquidità è importante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *