16 Termini Finanziari Da Conoscere

Ogni volta che leggiamo la pagina economica di un giornale o un documento finanziario, si fa sempre riferimento ad un linguaggio tecnico pieno di termini finanziari che sono sconosciuti ai più, ma che bisogna necessariamente conoscere per poter fare trading in borsa in maniera efficace e redditizia.

16 Termini Finanziari Da Conoscere

In questo articolo cercherò di elencarvi i termini finanziari e le definizioni più importanti che ogni trader dovrebbe conoscere.

16 Termini Finanziari Da Conoscere

Termini in inglese, lingua ufficiale del trading.

 

– Ask – Il prezzo più basso che un venditore è disposto ad accettare in caso di vendita di un’azione (o titolo).

– Bid – Il prezzo più alto che un acquirente è disposto ad accettare al momento dell’acquisto di un titolo.

– Bear market (mercato orso o ribassista) – Il termine Bear o orso si riferisce a quando un investitore crede che il mercato nel suo complesso o quello riguardante una particolare azione sia destinato a scendere (leggi anche 7 Azioni Da Comprare in Un Mercato Orso).

– Bull market (mercato toro o rialzista) – L’opposto del Bear, ovvero quando un investitore crede che il mercato generale o quello riguardante una particolare azione sia destinato ad aumentare di prezzo.

– Blue Chip – Questo termine si riferisce a tutte quelle società quotate in Borsa che hanno una storia di guadagni solidi, dividendi regolari e crescenti e un bilancio impeccabile. Si tratta di aziende a grande capitalizzazione. Esempi famosi sono la Coca-Cola, Berkshire Hathaway e Gillette.

– Book Value – Il valore di una società, una volta che avrà adempiuto a tutti i suoi obblighi finanziari. Quindi, non si riferisce al valore di mercato dell’azienda. Nelle industrie del settore tecnologico, questo numero è quasi sempre più piccolo rispetto alla capitalizzazione di mercato.

– Broker – E’ una persona o società che acquista o vende un titolo al posto vostro (azioni, obbligazioni, materie prime, ecc) in cambio di una percentuale sulla transazione chiamata commissione (leggi anche Le Migliori Piattaforme di Trading Online).

– Dividend (dividendo) – Una parte del reddito di una società che viene pagato agli azionisti su base trimestrale o annuale. I dividendi vengono dichiarati dal Consiglio di Amministrazione della società in questione.

– Dow Jones Industrial Average – Il Dow Jones Industrial Average (DJIA) è di gran lunga l’indicatore più popolare e diffuso del mercato azionario statunitense. E’ formato dalle 30 società a più alta quotazione (Blue Chip).

– Market Cap – La Market Capitalization, meglio conosciuta come market cap (capitalizzazione di mercato), è una stima del valore netto della società sul mercato, in base alle prospettive future e alla crescita del suo utile. Ci sono in maggioranza tre tipi di società per capitalizzazione di mercato: Large Cap (Blue chip), medie (Mid cap) e piccole (small cap). Il Market Cap si ottiene moltiplicando il prezzo della singola azione per il numero di azioni in circolazione.

– NASDAQ – Un mercato azionario dove vengono negoziate per lo più azioni di società tecnologiche come Microsoft e Cisco.

– P/E Ratio – Il rapporto prezzo/utili è il rapporto fra il prezzo corrente di un’azione al momento del calcolo dell’indicatore (scelto di solito nel listino della borsa nazionale coi maggiori volumi scambiati) e l’utile atteso per ogni azione. In altre parole, se una società riporta un utile di $ 2 per azione, e il titolo viene venduto a $ 20 per azione, il rapporto P / E sarà 10, perché si sta pagando dieci volte gli utili (20 dollari per azione diviso per 2 dollari per azione guadagni = 10 P / E).

– Spread – La differenza tra Ask e Bid (domanda e offerta).

– Azione – Si tratta di un titolo rappresentativo di una quota della proprietà di una società. Detenere (almeno) un’azione è la condizione necessaria per essere soci di una società per azioni o di una società in accomandita per azioni. Il possessore di tale titolo è chiamato azionista (in inglese shareholder).

– Yield – Quando una società paga un dividendo lo yield rappresenta la percentuale del prezzo del titolo in relazione al dividendo pagato. In altre parole, se un titolo è scambiato a 10 dollari e paga un dividendo di 0,50 dollari, il rendimento sarà del 5%, perché per ogni 10 € che si investe, si riceverà il 5% di ritorno ogni anno sotto forma di un dividendo pari a 50 centesimi.

– FTSE MIB (ex Mibtel) – E’ il principale indice di benchmark dei mercati azionari italiani. Questo indice, che rappresenta circa l’80% della capitalizzazione di mercato interna, è composto da società di primaria importanza e a liquidità elevata nei diversi settori ICB in Italia. Nello specifico, misura la performance di 40 titoli italiani e ha l’intento di riprodurre le ponderazioni del settore allargato del mercato azionario italiano.

Condividi suShare on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

(* I CFD sono strumenti ad alto rischio. Il 74-89% di investitori perde i propri soldi facendo trading sui CFD. Sii consapevole che potresti perdere i soldi che decidi di investire.)

Vuoi fare soldi col Trading online? Allenati senza rischiare con un Conto Demo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *